Wemen

Wemen

\\\emen (must read: oui men) is a four-piece band Milan-based. They formed in the early 2010 when Carlo Pastore (guitar & vox) and Francesco Peluso (drums) were driving to Rome to make a documentary about Michael Jackson. Then they were joined by Alberto Pilotti (guitar) and Riccardo Della Casa (bass & vocals) and the line-up was finally completed.

 

They used to (and they still do) listen to lot of music. Their different backgrounds (indie rock, grunge, punk, post-punk, new wave e 2 Tone) live now in beautiful harmony: a weird pop where the word evolution finds a new meaning. 

 

We are living in the age of the internet. Everyone can live in the present what is already past by making a simple search on Youtube. The internet is the weapon of the people, especially where the TV rules the country (Berlusconi? Oh, yes). At the same time, everyone with a pc can make music and spread it to the world without even play live. Everyone can being someone from his bedroom. So why form a band? Why bothering each other, argue about the arrangements, pay a rehearsal room and work hard on the instruments? Because the magic of rock'n'roll is a gift that keeps on giving. Because four guys can still create something beautiful. Yes, man! Not yesmen.

 

After the first year of gigs, Wemen released a demo-EP self produced titled “Before Being Ash”. Then the give a personal cover of “Farewell And Goodnight” to a tribute compilation to the Smashing Pumpkins, which Billy Corgan himself defined “Brilliant!” on Twitter. 

 

This year 2012 they are releasing a split album with The Hacienda on Black Candy Records. Three songs each plus the sound of a hedge trimmer. 

 

Four european human beings ready to takeover the world with their talent, enthusiasm and curiosity. What Wemen want.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Gli \\\emen (si legge: oui men) nascono a Milano nei primi mesi del 2010 da un'idea di Carlo Pastore (chitarra e voce) e Francesco Peluso (batteria). Poco dopo si unisce a loro Alberto Pilotti (chitarre) ma la formazione è completata solo a ottobre dello stesso anno con Riccardo Della Casa (basso e cori).

Le diverse estrazioni indie rock, grunge, punk, post-punk, new wave e 2 Tone si coagulano in una sorta di magma pop atipico, in evoluzione e contaminazione. Come se anni settanta, ottanta, novanta e duemila trovassero un respiro sincronico e contemporaneo, una sorta di finestra fuori dal tempo che si affaccia sul nostro tempo.

Il tempo della centralità imprescindibile di internet come mezzo di emancipazione e rivolta, accesso alle informazioni e ai contenuti di ogni periodo storico, media centrale nella comunicazione e nei rapporti umani. Il tempo dell'utilizzo imprescindibile delle macchine digitali nella produzione musicale.

Il tempo – questo sì – in cui si può andare controcorrente e fare un po' come si vuole: formare una band, mettersi a lavorare su strumenti veri e non software, e quindi dare speranza alla capacità dialettica di quattro individui di creare qualcosa di superiore al singolo. Qualcosa di bello. Noi, esseri umani. Sì, uomini.

Dopo un anno di prove e i primi concerti, il gruppo produce una sorta di demo pro, l'EP autoprodotto “Before Being Ash” pubblicato semplicemente in free download. A questo segue la partecipazione alla compilation tributo a “Mellon Collie” degli Smashing Pumpkins curata dagli Albano Power (e benedetta da Billy Corgan!) e un remix firmato dai Casa del Mirto. E tanti concerti, anche se non sono mai abbastanza. 

Nel 2012 inizia la collaborazione con l’etichetta fiorentina dal sapore scozzese, Black Candy Records. Come prima uscita, a settembre, arriva uno split album con The Hacienda: tre brani a testa e un decespugliatore in mezzo. Poi, a febbraio 2013, l’album di debutto. 

La sintesi musicale di un processo di quattro esseri umani chiusi a lungo dentro una minuscola sala prove in Via Lombroso, a mettere in discussione le sicurezze e creare un nuovo suono di contaminazione europea contro tutte le paure, le difficoltà e le bruttezze di questi anni zero-dieci.