cyborgs
 
Si fanno chiamare ZERO e UNO, come i simboli del codice binario, che spesso usano per comunicare. Dal 2010 sono attivi e presenti in Italia e all'estero in numerosi festival e club, diffondendo ovunque il verbo del Blues attraverso quello che loro definiscono "electro-boogie".
 
Non hanno identità, il loro volto è coperto da una maschera da saldatore, e sembrano provenire da un tempo lontano.
Raccontano di un futuro buio e di come il genere umano tenda a distruggere se stesso e il proprio mondo. 
Il loro sound è rude, primitivo, istintivo e viscerale. A tratti può sfociare nel rock, o nel punk, ma mai abbandona le orme lasciate dai grandi maestri del Blues.
 
Quello che rende i Cyborgs unici nel loro genere è indubbiamente l'impatto sonoro, che lascia increduli su come possano due sole persone sembrare un intera band.
Questo risultato è possibile anche grazie a Cyborg-ONE e alla sua capacità di suonare più strumenti contemporaneamente, come basso,batteria e sinth. Completa l'opera Cyborg-ZERO con la sua chitarra tagliente e la sua voce filtrata.
 
Sono 4 i dischi ufficiali all'attivo e altrettanti i singoli con diverse etichette discografiche italiane e straniere.
 
Il loro nuovo album uscirà nella seconda metà del 2017 su Black Candy Records, con distribuzione per l'Italia Audioglobe.
 
Con i loro tour hanno toccato: Italia, Svizzera, Austria ,Francia, Spagna, Inghilterra, Germania, Olanda, Belgio, Polonia, Repubblica Ceca, Croazia, Russia e Canada.
 
Sono stati Band di supporto per: Bruce Springsteen, Iggy Pop & The Stooges, Deep Purple, Jeff Beck, Johnny Winter, John Mayall, Eric Sardinas, Otis Taylor, Bob Log III e tanti altri...
 
 

A tre anni di distanza dal fortunato debutto “Fate” e dopo aver macinato una quantità di chilometri imbarazzante, tornano i Soviet Soviet con il secondo LP “Endless”, in uscita il 2 dicembre 2016 su Black Candy Records per l'Italia e su Felte Label per il resto del mondo.

 

Questa è la copertina del disco, edizione speciale e limitata italiana in formato CD, a cura di Legno.

 

Dicono i Soviet Soviet a proposito del nuovo album:

 

“Abbiamo provato a sperimentare nuove sonorità rimanendo strettamente legati alla nostra visione musicale. Si tratta di un album completo che dovrebbe essere ascoltato nella sua interezza. Ci sono canzoni che ispirano riflessione così come le tracce che sono più potenti, segnate dalla distorsione ma con una particolare attenzione per testi, che continuano a rappresentare un elemento fondamentale per l’approccio del trio di composizione”.

 

 
Rumore Magazine ha dedicato una pagina a questa notizia, dove trovate anche il player per l'ascolto in anteprima della prima traccia del disco, "Endless Beauty". Clicca qui
 

endless sovietsoviet

La grande famiglia Black Candy Records si allarga e dà il benvenuto alle Altre di B, uno dei progetti italiani più interessanti e chiaccherati in circolazione, protagonisti anche dell’ultima edizione del Primavera Sound festival di Barcellona.
 
Altre di B, il cui nome fa riferimento alla vecchia schedina del Totocalcio, nascono tra i banchi del liceo Sabin di Bologna nel giugno del 2005 e, sin dalle origini, di pari passo con i loro gusti musicali di matrice indie rock, decidono di scrivere i propri brani in lingua inglese. 
Nonostante la giovane età, la band ha già diviso i palchi con artisti quali Pete & The Pirates, Frightened Rabbit, Ministri, Paolo Benvegnù, Of Montreal, Alt-J, Primal Scream, Stephen Malkmus, è stata ospite più volte all’interno della trasmissione Quelli che il calcio ed ha avuto una menzione speciale dal celebre scrittore giapponese Haruki Murakami.
 
In attesa del nuovo disco in uscita nel 2017, le Altre di B continuano la loro incessante attività live, avendo anche l’onore e l’onere di aprire la nuova stagione dello storico Covo Club di Bologna sabato 24 settembre.
 
Seguili su facebook >> https://www.facebook.com/altredib
 
DSC 6481
Martedì, 23 Agosto 2016 10:05

Verano entra nel roster Locusta!

Verano fa ingresso in casa Locusta Booking!

Verano, è il nuovo progetto di Anna Viganò che, dopo le esperienze con Intercity e L'Officina della Camomilla, ha raccolto in un primo, omonimo, EP cinque brani luminosi che guardano a St. Vincent e ai Beach House, coniugando dream pop, elettronica e cantautorato in un mix delicato e al tempo stesso profondissimo, fatto di infiniti particolari, di strati e strati sonori, di chitarre, beats e sintetizzatori.

Uscito su Garrincha Dischi, management Black Candy Records e ufficio stampa Pitbellula.

Al momento al lavoro sul primo disco sulla lunga distanza, Verano si farà accompagnare dal vivo in questa nuova avventura da Riccardo Della Casa (Wemen), Gaetano Polignano e Ilaria Baia Curioni (entrambi già con L'Officina della Camomilla).

Tour in collaborazione con Astarte Booking, date presto in arrivo, #staytuned!

 

Ecco a voi "Supermatteron", il nuovo video degli APPALOOSA, estratto da "BaB" (Black Candy Records 2016).

Scritto e diretto da: Marco Zaninello, Diego Ponte
Grafiche e animazione: Marco Zaninello
Foto: Diego Ponte
Cast: Luciano Turella, Marco Zaninello, Valentina Pezzano, Linda Bucciantini

 

BaB è il nuovo disco degli Appaloosa, uscito a Febbraio 2016 su Black Candy Records, composto da 11 tracce assemblate e registrate durante le pause del tour del disco precedente "Trance44".

 

Concepito, suonato e prodotto da Marco Zaninello e Niccolò Mazzantini, registrato e mixato da quest'ultimo nello Studio Orfanotrofio, "BaB" è forse il disco della band più oscuro e aggressivo che più si avvicina alla dimensione elettronica.
Il lavoro è stato fortemente ispirato dalle esperienze vissute negli oltre 150 concerti del passato tour che ha portato la band a suonare in tutta Europa.

L'artwork è stato realizzato da Timo Ketola, artista finlandese di fama internazionale, già autore di lavori con Sunn O))), Opeth e molti altri.

 

---

Here's to you "Supermatteron", the new video of APPALOOSA, from the album "BaB" (Black Candy Records 2016).

Written and Directed by Marco Zaninello, Diego Ponte
Graphics and animation by Marco Zaninello
Photo by Diego Ponte
Cast: Luciano Turella, Marco Zaninello, Valentina Pezzano, Linda Bucciantini
Music by Appaloosa