SOVIET SOVIET tornano oltre oceano per tre date in America Latina per presentare il loro Endless.

 

16/02/18 GDL, Mexico, C3 Stage with Sway & Soft Kill

17/02/18 CMDX, Mexico, Foro Indie Rocks with Sway & Soft Kill

18/02/18 SJO, Costa Rica, Amòn SOlar with The Great Widerness, Caidas Libres & Sway. 

Pubblicato in News
Mercoledì, 18 Ottobre 2017 15:38

BC 069 | Soviet Soviet - Endless

Pubblicato in Catalogo

Con un un tour americano di 6 date e una partecipazione live nella prestigiosa e affermata a livello mondiale radio KEXP alle porte, gli italiani SOVIET SOVIET sono stati bloccati mercoledì scorso al loro arrivo all'aeroporto di Seattle, per poi essere rimandati a casa dopo rocamboleschi accadimenti.

Per capire meglio cosa è successo, questa è la dichiarazione ufficiale della band rilasciata sul facebook ufficiale pochi minuti fa:

Siamo atterrati a Seattle il pomeriggio dell'8 Marzo.
Ci siamo presentati ai controlli possaporti muniti dell'Esta, della lettera della nostre etichetta americana (con la quale il proprietario della label dichiarava che avremmo avuto una serie di concerti solo a scopo promozionale e non percependo pagamento) e l'invito scritto del SxSw di Austin. Il primo ad essere controllato e ad aver superato i controlli, è stato Ale (batterista) che ha spiegato al poliziotto la motivazione del viaggio promozionale.
Ale (Chitarrista) e Andrea, con la stessa versione dei fatti, sono stati bloccati e portati all'ufficio controlli. Di conseguenza siamo stati tutti richiamati e sottoposti a tre interrogatori divisi in tre piccole stanze dell'ufficio. Abbiamo fatto in modo che gli agenti parlassero direttamente anche con il proprietario dell'etichetta americana senza ottenere alcun successo. Dopo quasi 4 ore di domande ci hanno letto il verdetto. Avevano deciso di rimandarci in Italia e di negarci l'entrata negli Stati Uniti. Ci hanno dichiarato immigrati clandestini anche se la nostra intenzione non era quella di trovare lavoro sul suolo americano nè tantomeno quello di non tornare in Italia.
Abbiamo accettato la decisione ormai presa, ci hanno preso le impronte digitali e fatto le foto per il fascicolo. Ci hanno sequestrato il cellulare e non ci hanno dato la possibilità di avvisare parenti e familiari. Verso le 22.30 si sono presentati due ufficiali carcerari che ci hanno perquisito, ammanettato e portato in carcere tramite camionetta. Abbiamo passato la notte in cella scortati come alla stregua di tre criminali. Il giorno seguente, dopo aver sbrigato la procedura del carcere (foto, dichiarazione di buona salute e firme), altri due agenti ci sono venuti a prelevare. Perquisizione, manette e camionetta. Ci hanno portato all'ufficio controlli del giorno precendente dove abbiamo atteso il nostro volo di ritorno che era verso le 13.00 ora locale. Solo in prossimità della partenza ci sono stati ridati i cellulari e le borse e siamo stati scortati fino all'entrata dell'aereo. Siamo stati sollevati di esser ripartiti e di esserci allontanati da quella situazione violenta, stressante ed umiliante. Siamo partiti con tutti i documenti del caso, i passaporti e le varie dichiarazioni con le quali chiarivamo che il nostro tour era solo per promozione e non per guadagno. Sapevamo che se avessimo percepito un compenso avremmo dovuto fare il visto lavorativo. Non era questo il caso e le fonti che avevamo consultato ci avevano tranquillizzato al riguardo. Non avevamo nessun fee concordato e il concerto alla radio KEXP non era di certo a pagamento. Il punto è che gli agenti controllori, facendo un rapido check dei concerti, si erano accorti che l'entrata a due di essi era a pagamento e questo fatto bastava per obbligarci a presentarci con i visti da lavoratori invece che con gli Esta.
Abbiamo accettato questa decisione anche se abbiamo provato in tutti i modi a spiegargli che la situazione economica concordata era diversa ma non c'è stato modo di convincerli. Da quel momento siamo diventati tre immigrati clandestini e siamo stati trattati come criminali.
Questo è quello che è accaduto mercoledi e giovedi scorso. Ringraziamo tutte le persone che ci hanno supportato e aiutato in questi momenti, da Alessio Antoci, Owen Murphy a John Richards.
Ci scusiamo con tutti i fan, i gestori dei locali, la radio KEXP e il festival SxSw.
Ci scusiamo per il tour che abbiamo dovuto annullare e speriamo di tornare al più presto.
Soviet soviet.

https://www.facebook.com/sovietsovietband/

Pubblicato in News

ENDLESS TOUR 2017

Ecco a voi le nuove date live dei Soviet Soviet in giro tra Italia e Europa!

(in aggiornamento)

Booking: Barley Arts Promotion

Ufficio Stampa: A Buzz Supreme

Edizioni: Warner Chappel Musica Italiana

 

endless tour 2017

Pubblicato in News

Esce oggi "ENDLESS", il nuovo disco dei Soviet Soviet.

Prodotto in Italia da Black Candy Records, e nel resto del mondo da Felte.

La versione esclusiva italiana è acquistabile da oggi su www.audioglobe.it e nel nostro Shop Bigcartel www.blackcandyrecords.bigcartel.com, mentre sarà disponibile in tutti i negozi a partire dal prossimo Venerdì, 9 Dicembre 2016. Ufficio stampa a cura di A Buzz Supreme e Booking firmato Barley Arts. Edizioni: Warner Chappell Italia.

Ecco cosa dicono i Soviet Soviet a proposito del loro album:

<< ENDLESS è il nostro secondo album ed ha avuto un processo creativo molto lungo e per alcuni versi tortuoso. E' nato durante i soundcheck dei tour e durante la pausa dai live che abbiamo fatto l'anno scorso. Sicuramente è un continuum di "Fate" nel senso di punto di "partenza", perchè come in ogni viaggio bisogna pensare a un punto in cui e da cui partire e soprattutto ripartire. E Così è stato. Endless è una storia intensa, una cosa pura, che racconta un passato, un 'educazione e un ragionamento introspettivo e personale, ma è anche una metamorfosi e l'inizio di una nuova vita. È un tunnel che deve esser preso come esperienza per migliorarsi e migliorare quello che ti circonda. È un lavoro per molti aspetti più complesso anche dal punto di vista dell'arrangiamento stesso dei brani.

Abbiamo cercato di sperimentare nuove sonorità pur mantenendoci sempre legati al nostro modo di intendere la musica e di suonarla. E' un album completo da ascoltare nel suo insieme. Ci sono brani riflessivi e tracce più potenti che spingono i suoni fino alla distorsione pur mantenendo sempre i testi come elemento fondamentale all'interno della composizione.

Endless è il frutto di un lavoro lungo e ragionato, fatto di sperimentazioni e di innovazioni ma sempre legato al nostro modo "istintivo" di suonare e di intendere la musica. >>

 

Buona musica!

endless sovietsoviet

 

Pubblicato in News

A tre anni di distanza dal fortunato debutto “Fate” e dopo aver macinato una quantità di chilometri imbarazzante, tornano i Soviet Soviet con il secondo LP “Endless”, in uscita il 2 dicembre 2016 su Black Candy Records per l'Italia e su Felte Label per il resto del mondo.

 

Questa è la copertina del disco, edizione speciale e limitata italiana in formato CD, a cura di Legno.

 

Dicono i Soviet Soviet a proposito del nuovo album:

 

“Abbiamo provato a sperimentare nuove sonorità rimanendo strettamente legati alla nostra visione musicale. Si tratta di un album completo che dovrebbe essere ascoltato nella sua interezza. Ci sono canzoni che ispirano riflessione così come le tracce che sono più potenti, segnate dalla distorsione ma con una particolare attenzione per testi, che continuano a rappresentare un elemento fondamentale per l’approccio del trio di composizione”.

 

 
Rumore Magazine ha dedicato una pagina a questa notizia, dove trovate anche il player per l'ascolto in anteprima della prima traccia del disco, "Endless Beauty". Clicca qui
 

endless sovietsoviet

Pubblicato in News
Venerdì, 26 Febbraio 2016 13:21

I soviet soviet volano in America Latina

tour america latina

 

I soviet soviet volano in America Latina a Giugno 2016 con Zafiro Internacional Booking! Date in aggiornamento..

Soviet Soviet will fly to Latin America in June 2016 with Zafiro Internacional Booking! More gigs coming soon!

Pubblicato in News

Nuovo appuntamento live per i Soviet Soviet, che sabato 9 aprile saliranno sul palco del Live Music Club di Trezzo (MI) in apertura ad una delle band più apprezzate del panorama indipendente italiano: I Ministri. La data farà parte dell’imminente tour dei Soviet Soviet per festeggiare la ristampa delle prime due fatiche in studio, l’EP “Summer, Jesus” (Tannen Records, 2011) e “Nice” (Tannen Records, 2011), in attesa del nuovo album in uscita per la Black Candy Records nei prossimi mesi.

La tournée, che prenderà il nome di Nice - Summer, Jesus Tour, prenderà il via da Trier (Germania) il 25 marzo per la prima delle cinque date europee in calendario, per poi approdare in Italia dal 9 aprile, partendo proprio dal concerto milanese in apertura a I Ministri.

Di seguito il calendario delle date, in costante aggiornamento:

 

25.03 DE – Trier, ExHaus*

26.03 DE – Berlin, Bi Nuu*

27.03 DE – Leipzig, Zoro*

28.03 CZ – Prague, Basement*

30.03 HR – Zagreb, AKC Attack*

*Booking europeo: Swamp Booking

 

09.04 Trezzo Sull’Adda (MI), Live Music Club - In apertura a I Ministri

15.04 Pordenone, PN Box Studios - Scenasonica

16.04 Foligno (PG), Supersonic Music Club

22.04 Catania, TBA

23.04 Messina, Retronouveau

24.04 Lamezia Terme (CZ), Off

29.04 Salerno, Mumble Rumble

30.04 Campobasso, Brickout

04.05 Pavia, Spazio Musica

06.05 Brescia, Lio Bar

07.05 Modena, Off Modena

14.05 Massa (MS), Theremin Music Club

 

I Soviet Soviet nascono nel 2008 sulla costa adriatica di Pesaro e sono formati da Andrea Giometti (voce e basso), Alessandro Costantini (chitarra) e Alessandro Ferri (batteria). Cominciano a guadagnare notorietà nel 2009 con una manciata di singoli autoprodotti e un lungo tour, che porterà alla pubblicazione dei lavori “Summer, Jesus” e “Nice” (finora uscito solo in versione digitale) e in seguito del primo album in studio “Fate”, uscito l’11 novembre 2013 sull’etichetta americana Felte.

Post-punk potrebbe essere un facile aggettivo da attribuire al genere dei Soviet Soviet, ma la band cerca di incanalarsi anche verso orizzonti come la coldwave e l’art-punk, sfuggendo alle definizioni più stringenti per cercare di creare un sound fresco e al contempo ricercato.

 

www.facebook.com/sovietsovietband

http://myspace.com/sovietsoviet

Pubblicato in News

BARLEY ARTS presenta SOVIET SOVIET IN TOUR IN ITALIA AD APRILE & MAGGIO!

In attesa del nuovo album, in uscita per Black Candy Records nei prossimi mesi, i Soviet Soviet annunciano le prime date di un tour che li porterà in giro per l’Europa per festeggiare la ristampa (sempre per Black Candy) delle loro prime due fatiche in studio, l’EP “Summer, Jesus” (Tannen Records, 2011) e “Nice” (Tannen Records, 2011).

Il Nice-Summer, Jesus Tour prenderà il via da Trier (Germania) il 25 marzo e approderà in Italia, più precisamente a Pordenone, il 15 aprile. Di seguito il calendario delle date, in costante aggiornamento:

 

25.03 DE – Trier, ExHaus*

26.03 DE – Berlin, Bi Nuu*

27.03 DE – Leipzig, Zoro*

28.03 CZ – Prague, Basement*

30.03 HR – Zagreb, AKC Attack*

*Booking europeo: Swamp Booking

 

15.04 Pordenone, PN Box Studio (Rassegna Scenasonica)

16.04 Foligno (PG), Supersonic Music Club

22.04 Catania, T.B.A.

23.04 Messina, Retronouveau

24.04 Lamezia Terme (CZ), Off

29.04 Salerno, Mumble Rumble

30.04 Campobasso, Brickout

04.05 Pavia, Spazio Musica

06.05 Brescia, Lio Bar

07.05 Modena, Off Modena

14.05 Massa (MS), Theremin Music Club

 

I Soviet Soviet nascono nel 2008 sulla costa adriatica di Pesaro e sono formati da Andrea Giometti (voce e basso), Alessandro Costantini (chitarra) e Alessandro Ferri (batteria). Cominciano a guadagnare notorietà nel 2009 con una manciata di singoli autoprodotti e un lungo tour, che porterà alla pubblicazione dei lavori “Summer, Jesus” e “Nice” (finora uscito solo in versione digitale) e in seguito del primo album in studio “Fate”, uscito l’11 novembre 2013 sull’etichetta americana Felte.

Post-punk potrebbe essere un facile aggettivo da attribuire al genere dei Soviet Soviet, ma la band cerca di incanalarsi anche verso orizzonti come la coldwave e l’art-punk, sfuggendo alle definizioni più stringenti per cercare di creare un sound fresco e al contempo ricercato.

 

www.facebook.com/sovietsovietband

 

http://www.barleyarts.com/

Pubblicato in News
Pagina 1 di 2